Collane

Collane editoriali

Akshav

Akshav è una collana che nasce in collaborazione con la comunità Beth Hillel Roma ed è dedicata al multiforme patrimonio di esperienze religiose dell’ebraismo da una prospettiva progressiva. E con una particolare attenzione a quei caratteri culturali minoritari ma altrettanto importanti che persistono e danno respiro alla tradizione. Dalla letteratura alla saggistica, dalla memoria alle arti, Akshav intende dunque ricercare il senso del nostro tempo attraverso le sfaccettate espressioni di un ebraismo inclusivo e plurale, aggiornandone i significati.

Comitato scientifico
Franca Eckert Coen co-Presidente Federazione Italiana Ebraismo Progressivo
e Vice Presidente Religions for Peace sezione italiana
Federico Ariel D’Agostino Redattore di Limes - rivista italiana di geopolitica. Co-fondatore di Beth Hillel Roma e di Magen David Keshet
Fabio Benjamin Fantini Rapporti Internazionali e Fund Raising Beth Hillel Roma
Daniele Fiorentino Professore ordinario di Storia e Istituzioni degli Stati Uniti - Università degli Studi Roma Tre. Attualmente Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche
Giorgio Gomel Economista, ex Capo Relazioni internazionali Banca d’Italia
co-fondatore di Jlink - Rete ebraica progressista internazionale
Fiorella Kostoris Professoressa di “Finanza pubblica italiana nel contesto europeo” Università degli Studi LUISS
Rabbi Joel D. Oseran Rabbino della comunità Beth Hillel Roma.
Vicepresidente Emerito per lo Sviluppo Internazionale dell’Unione Mondiale per l’Ebraismo Progressivo (WUPJ)
Bruno Yosef Poggi Docente universitario, esperto di comunicazione ed ebraismo

Arte in questione

AQ (arte in questione) è una collana che accoglie opere (non solo collettive) nate da una prassi di ricerca multidisciplinare intorno ogni tipo di attività umana fatta “ad arte”. La prospettiva di AQ, tematicamente e metodologicamente aperta a una molteplicità di sguardi e di voci, è nata in seno a un laboratorio di studiosi, medievisti ma non solo, che aspirano a un superamento della consueta formula del convegno “a soggetto” per ridare centralità al confronto tra percorsi di ricerca originali, condivisi in itinere, accresciuti nel reciproco ascolto e dalla messa “in questione”, ma non per questo allineati nei risultati.

Comitato scientifico
Serena Ammirati Università degli studi Roma Tre
Antonella Ballardini Università degli studi Roma Tre
Giulia Bordi Università degli studi Roma Tre
Maurizio Caperna Sapienza Università di Roma
Carles Mancho Universitat de Barcelona
Raimondo Michetti Università degli studi Roma Tre
Riccardo Santangeli Valenzani Università degli studi Roma Tre
Andrea Antonio Verardi University of Helsinki

Archeologia filosofica

Archeologia filosofica è il nome di questa nuova collana, diretta da Alessandro Baccarin e Paolo Vernaglione Berardi, e dedicata a temi, autori e problemi di solito relegati in una zona difficilmente accessibile del pensiero. Scopriamo invece che il "senso comune" dei discorsi e dei "valori" è intessuto di saperi esclusi dalla "cultura" occidentale. La prima scoperta di queste stratificazioni si deve a Michel Foucault che ha inaugurato un metodo basato sull'indagine delle "formazioni discorsive".
Contemporaneamente il grande filosofo Enzo Melandri farà dell'archeologia del pensiero occidentale il campo di una storia dei problemi. Oggi Giorgio Agamben, che ha coniato l'archeologia filosofica", riprende questo metodo in vista di una "scienza senza nome" che è ricerca genealogica dei dispositivi di sapere-potere e confronto tra storia e archivio. Si apre così una inattuale possibilità di ricerca e di sperimentazione che potrebbe indicare la via per destituire la "cattura" della vita.


"Se è vero che l’archeologia è la sola via di accesso al presente, il Laboratorio di archeologia filosofica è forse oggi in Italia per eccellenza il luogo in cui il pensiero si misura coi problemi più urgenti del nostro tempo. Ai seminari e agli incontri finora promossi si è aggiunta la pubblicazione di una collana il cui programma sembra sviluppare editorialmente i temi più vivi delle attività del laboratorio.". 

Giorgio Agamben

Comitato scientifico
Daniela Angelucci Univ. "Roma 3" Roma
Camillo Boano Univ. College London
Andrea Cavalletti Univ. Verona
Felice Cimatti Univ. della Calabria
Stefania Consigliere Univ Genova
Monica Ferrando De Pictura
Paolo Godani Univ. Macerata
Gabriele Guerra Univ. "Sapienza" Roma
Christian Laval Univ. Paris-Nanterre
Antonio Lucci Humboldt Univ. Berlin
Cristina Marras CNR-Roma
Alberto Martinengo Scuola Normale Superiore Pisa
Ottavio Marzocca Univ. Bari
Clare O'Farrell Qld. Univ. of Tech. QUT Brisbane
Stefano Velotti Univ. "Sapienza" Roma

                                                                                                                       

circuli dimensio

La collana circuli dimensio raccoglie manualistica universitaria scientifica e tecnica, comprende i vari settori dell’ingegneria e della tecnica, inclusi eserciziari e formulari. Il nome deriva da un’opera di Archimede Latino.

Comitato scientifico
Paola Di Mascio Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale, Università degli Studi Roma La Sapienza (Direttore)
Cinzia Daraio Dipartimento di Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti", Università degli Studi Roma La Sapienza
Luigi Marrelli Dipartimento di Facoltà Dipartimentale di Ingegneria, Università CAMPUS BIO-MEDICO di Roma
Maria Cristina Annesini Dipartimento di INGEGNERIA CHIMICA, MATERIALI, AMBIENTE, Università degli Studi Roma La Sapienza
Fernanda Irrera DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI, Università degli Studi Roma La Sapienza
Roberto De Lieto Vollaro Dipartimento di Ingegneria, Università degli Studi Roma Tre

de ortibus et occasibus

La collana de ortibus et occasibus raccoglie saggi di storia e antropologia, saggi letterari e testimonianze diaristiche. Comprende scritti eterogenei, ricerche accademiche, testimonianze personali dirette o indirette di fatti storici, con particolare attenzione all’inclusione nei volumi di fonti e documenti inediti, raccolte di documenti, approfondimenti biografici. Il nome deriva dall’opera “De sphaera quae movetur liber, de ortibus et occasibus libri duo” dell’astronomo Autolycus, con riferimento a ciò che sorge e tramonta, ai corsi e ricorsi storici.

Comitato scientifico
Emiliano Migliorini Civiltà Contadina Valle dell'Aniene di Roviano e Museo delle Tradizioni Musicali di Arsoli
Maria Sofia Sicurezza Archivio di Stato di Catania
Gian Piero Ventura Mazzuca Accademia Angelico Costantiniana di lettere arti e scienze; Unint
Mauro Martini Architetto
Giorgio Franchetti Divulgatore storico

in artem

La collana in artem comprende libri di arte, storia dell’arte, archeologia, e fotografia. Spazia dai manuali universitari alle guide storico artistiche dal taglio scientifico. Il nome deriva da un’opera del 1591 dal titolo “In artem analyciter isagoge” del matematico francese Francois Viète”

Comitato scientifico
Davide Angelucci Liceo Classico Dante Alighieri, Latina
Antonella Ballardini Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre
Giulia Bordi Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre
Giuliana Calcani Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre
Claudia Coladarci Museo della Cattedrale di Anagni
Lorenzo Dell'Aquila Vicus Caprarius, Gruppo Cremonini SPA
Antonio Mursia Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università degli studi di Catania
Lorenzo Proscio Istituto Bonifacio VIII, Anagni
Vittorio Giovanni Rizzone Abbazia di San Martino delle Scale Monreale (PA) - Studio Teologico San Paolo di Catania
Raffaella Salato Accademia Angelico Costantiniana di lettere arti e scienze

lumen

La consapevolezza che il pensiero filosofico ha sempre avuto sin dalle sue origini è che esso si esercita all'interno di un orizzonte confuso, poco chiaro, non evidente. Il suo compito pertanto è portare luce e fare chiarezza, per quanto possibile: compito asintotico per definizione, ma ineludibile, se non si vuole rimanere imprigionati nell'ombra delle infondatezze.

Comitato scientifico
Roberto Finelli Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, Università degli Studi di Roma Tre
Emanuele Iula Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Medirionale, sez. San Luigi

origo gentis

La collana origo gentis raccoglie narrativa storica, riferita a varie epoche. La caratteristica comune è il metodo filologico riferito ai fatti e ad alcune persone realmente esistite. Il nome deriva dall’opera “Origo gentis Romanae” attribuita a Sesto Aurelio Vittore, un testo di epoca romana che narra tra storia e mito le origini di Roma

parerga

La collana parerga raccoglie percorsi narrativi di vario genere ed esperienze letterarie molteplici. Nella letteratura greca i parerga erano aggiunte o appendici di abbellimento o completamento dell’opera.

Prima Repubblica

È il 30 aprile del 1993. Bettino Craxi esce fuori dall’Hotel Raphael, al centro di Roma. Ad accoglierlo una folla, non osannante ma ostante, che al posto dei garofani lancia monetine contro l’auto del leader socialista. È forse l’immagine più rappresentativa della cosiddetta “caduta” della Prima Repubblica. Dice Treccani: “periodo compreso tra il 1948 e il 1994 caratterizzato da una legge elettorale proporzionale e dalla contrapposizione di due grandi partiti di massa, la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista Italiano, entrambi scomparsi con l’avvento della Seconda Repubblica. DC e PCI con al centro il PSI. E Tangentopoli a recitare il de profundis. Perché una collana sulla Prima Repubblica? Per raccontare una fase importante della storia italiana che ancora oggi non ha trovato una sua completa decifrazione, lontano dai luoghi comuni. Una serie di volumi monografici sui singoli personaggi che hanno vissuto quegli anni e che, nonostante la crisi e le inchieste che hanno travolto il sistema, hanno fatto parte di una classe politica e dirigente dimostratasi se non altro competente a vario titolo in molteplici settori della vita pubblica. Senza riabilitare in toto una stagione, ma senza nemmeno demonizzare tutto ciò che partiti, politici e istituzioni hanno rappresentato. Fornire una fonte storica e uno spunto per approfondire temi e tematiche di un’epoca trascorsa con lo sguardo rivolto ai giorni nostri. 
La collana è suddivisa in tre sezioni. Nella sezione Interviste i volumi hanno un taglio giornalistico/divulgativo focalizzati su alcuni temi di cui si è occupato il politico intervistato. Nella sezione Memorie oltre all’intervento del curatore del volume, sono riportati ampi stralci di discorsi o scritti della figura politica trattata nel libro e solitamente anche due interventi distinti in prefazione e postfazione. La sezione Ricerche è di carattere scientifico/accademico, sotto la supervisione del comitato scientifico e i volumi sottoposti a valutazione (secondo la modalità double blind peer review).

Comitato scientifico
Pardini Giuseppe Università degli studi del Molise (coordinatore)
Giovanni Cerchia Università degli studi del Molise
Fabrizio Amore Bianco Università di Pisa
Andrea Guiso Università “La Sapienza” di Roma
Danilo Breschi Università degli studi Internazionali di Roma
Federico Mazzei Università degli studi di Bergamo
Stefano Picciaredda Università degli studi di Foggia
Monica Fioravanzo Università degli studi di Padova
Federico Scarano Università degli studi della Campania "Vanvitelli"
Silvio Berardi Università “Niccolò Cusano” di Roma

Interviste

Nella sezione Interviste i volumi hanno un taglio giornalistico/divulgativo focalizzati su alcuni temi di cui si è occupato il politico intervistato.

Memorie

Nella sezione Memorie oltre all’intervento del curatore del volume, sono riportati ampi stralci di discorsi o scritti della figura politica trattata nel libro e solitamente anche due interventi distinti in prefazione e postfazione.

Ricerche

La sezione Ricerche è di carattere scientifico/accademico, sotto la supervisione del comitato scientifico e i volumi sottoposti a valutazione (secondo la modalità double blind peer review).

quaderni del Master TPC

La collana QdM, Quaderni del Master, pubblica i risultati delle attività di ricerca legate al Master biennale di secondo livello ‘Esperti nelle attività di valutazione e di tutela del patrimonio culturale’, attivato dall’Università degli Studi Roma Tre, in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), e del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. L’obiettivo è di favorire la divulgazione scientifica di casi d’interazione disciplinare concreta per il contrasto alle azioni criminali e per la diffusione di una visione etica sul patrimonio culturale. Un’attenzione particolare è riservata al fenomeno della contraffazione e della falsificazione di beni storico-artistici.

Comitato scientifico
Rosanna Binacchi Segretariato generale, MiBACT
Fabrizio Bisconti Dipartimento di Studi Umanistici, Università Roma Tre e Pontificia Commissione di Archeologia Sacra
Giuliana Calcani Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre (Direttore)
Alberta Campitelli Coordinamento ICOM LAzio
Lorenzo D’Ascia Sezione IV, Avvocatura Generale dello Stato
Giancarlo Della Ventura Dipartimento di Scienze, Università Roma Tre
Gianluca Ferrari Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale
Carla Limongelli Dipartimento di Ingegneria, Università degli Studi Roma Tre
Mario Micheli Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre
Massimiliano Quagliarella Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale
Giuseppe Schirripa Spagnolo Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli Studi Roma Tre

seikilos

La collana Seikilos comprende libri di musica, storia della musica e partiture. Le pubblicazioni sono sempre accademiche e/o scientifiche. Il nome deriva dall'Epitaffio di Sicilo, uno dei pochissimi brani musicali dell'antica grecia, scolpito su una stele funeraria di marmo, scoperto in Anatolia nel 1883 e oggi conservato a Copenaghen.

Comitato scientifico
James Colonna Director of Bands and Graduate Studies. Messiah College
Cristiano Formicone Conservatorio Umberto Giordano, Foggia
Daniele Rossi Conservatorio Santa Cecilia, Roma
Rocco Eletto Conservatorio Carlo Gesualdo da Venosa, Potenza
Claudia Colombati Dipartimento di studi letterari, filosofici e di storia dell’arte, Università degli Studi di Roma Tor Vergata.
Angelo De Paola Conservatorio Stanislao Giacomantonio, Cosenza
Tullio Visioli Dipartimento di Scienze Umane, Università Lumsa di Roma

stoicheia

La collana stoicheia raccoglie classici della tecnica e della scienza, alcuni dei quali dimenticati, validi per il loro valore storico o per la loro analiticità. Libri che hanno avuto il pregio di essere elementi imprescindibili nei successivi sviluppi di alcuni settori disciplinari. Il nome deriva dal titolo di un’opera di Euclide

theoretikà

La collana theoretikà raccoglie opere di filosofia e teoria politica. Il catalogo comprende scritti eterogenei, andando dal grande classico allo studio pionieristico, con l’obiettivo di spaziare e di fornire al lettore risorse eterogenee e variegate. I testi in catalogo sono infatti destinati sia allo specialista, sia al “curioso” che intenda approfondire tematiche di suo interesse, accomunati da una veste grafica sobria e compatta che consente una grande agilità e godibilità nella lettura.

Comitato scientifico
Luciano Vasapollo Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Università degli Studi Roma La Sapienza (Direttore)
Laura Mariottini Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi Roma La Sapienza
Alessandro Oricchio Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Università degli Studi Roma La Sapienza
Roberto Fantini Liceo Virgilio Roma
Carmine Mastroianni Liceo Mancinelli-Falconi Velletri (RM)
Anna Simone Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi Roma Tre
Desideri maggiori informazioni? Contattaci!

La casa editrice

EDIZIONI EFESTO
VIA CORRADO SEGRE 11, 00146 - Roma
P.IVA 11544991000
Tel: 06.5593548
E-mail: info(at)edizioniefesto.it