LE COLLANE

Iscriviti alle Newsletter
NON PERDERE LE NOSTRE ULTIME PUBBLICAZIONI

Bartolomeo Platina. Lettere. Ediz. critica

Bartolomeo Platina. Lettere. Ediz. critica

di Bartolomeo Platina, Damiana Vecchia

Di Bartolomeo Sacchi (1421-1481), detto il Platina, sono tramandati un epistolario dal carcere e numerose lettere extravaganti, che l'umanista non si preoccupò di raccogliere in epistolario. Con il presente lavoro si intende fornire l'edizione critica sia dell'epistolario sia delle lettere. Queste ultime, che indubbiamente racchiudono elementi importanti per la ricostruzione della vita del Platina, sono state oggetto di citazioni sparse già a partire dalla seconda metà del Settecento, senza che si sia proceduto ad un sistematico ordinamento. Nel corso della presente ricerca, sono emersi numerosi documenti e lettere che permettono di colmare alcune lacune esistenti. La ridefinizione della cronologia di alcuni scritti platiniani e la formulazione di nuove ipotesi sugli anni della formazione e sull'esperienza filologica di Platina, sono due dei risultati raggiunti grazie all'edizione integrale delle epistole platiniane, allo studio di tutta la documentazione raccolta, all'identificazione di alcuni personaggi finora ignoti e alla risoluzione di alcuni problemi di datazione delle missive.


Soldati delle idee. Allerta che cammina! La scuola di Fidel e del Che per l'America Latina. Ediz. italiana e spagnola

Soldati delle idee. Allerta che cammina! La scuola di Fidel e del Che per l'America Latina. Ediz. italiana e spagnola

di Luciano Vasapollo

In questo viaggio incontriamo due giganti della storia, patrimonio dell'umanità, i comandanti Fidel e Guevara; grandi compagni di lotta, amici e fratelli, che condividono esperienze umane, militanza rivoluzionaria, impegno politico e culturale, che agiscono interpretando il mondo da un punto di vista marxista ma non dogmatico; guardando all'orizzonte strategico del superamento del capitalismo ma con i piedi per terra, pensando che spesso il socialismo desiderato può diventare ostacolo al socialismo realizzabile, nel senso di una sorta di socialismo possibile in un determinato momento storico con determinate relazioni di forza nel conflitto di classe. Le pagine di questo libro trattano gli argomenti economici della transizione socialista secondo questo punto di vista, guidati dai soldati delle idee Fidel e il Che.


Un autunno senza calze

Un autunno senza calze

di Alessandro Nobili

Stefano Sarganis è un uomo brillante, sposato, padre e manager di un'importante azienda nel campo dell'arte. All'improvviso viene licenziato. Moglie e suocera gli corrono in soccorso assumendolo come dipendente nel garage del cognato. Un ripiego temporaneo che diventerà una prigione soffocante. Pensa di non farcela. Ha perso tutto. Cade in depressione. Una mattina, mentre stende la biancheria sul terrazzo condominiale, parla a se stesso, si confessa. Ha bisogno di amare ma ci vuole coraggio. È l'alba della sua rivoluzione. D'ora in poi strani incroci, improbabili confidenti, una scommessa assurda, azioni immorali, un buffo consigliere e scoperte sensazionali. Matura la decisione di lasciare la moglie ma, suo fratello, lo anticipa mandando in fumo il suo piano. Cambia strategia. Agisce seguendo istinti e bisogni. Finché, una notte, spunta Agnese una donna problematica, schiva e misteriosa. La insegue. Lei sfugge. Non si rassegna. È un pensiero fisso. La idealizza, la trova, si innamorano. Sembra. Nel frattempo, grazie ad un cinese, fa una scoperta sensazionale. Molla tutto o... quasi. Ormai è ad un passo dal traguardo ed invece...


L'hip hop come conseguenza del jazz

L'hip hop come conseguenza del jazz

di Michele Villari

Migliaia di uomini africani deportati in America diventano un nuovo popolo, il popolo afro-americano: un popolo nato schiavo. Questo saggio ricostruisce la storia del cammino verso la libertà di quel popolo che nell’arco del secolo scorso riesce a ritrovare una sua identità grazie all’esperienza artistica. Fondamentale nel cammino verso la libertà è la musica: dal jazz fino all’hip hop. Le radici della nuova cultura hip hop, nata alla fine degli anni 70, si possono individuare già nell’origine della musica afro americana: il jazz dei primi del ‘900. In entrambi gli stili, la forte matrice ritmica musicale caratterizza il testo dei brani cantati, la scelta della strumentazione e la danza facendoci capire come ci sia un filo diretto tra l’originaria musica jazz, e l’attuale hip hop. Il saggio analizza anche letteratura e l’arte per dimostrare come grazie all’esperienza artistica e culturale ci si possa emancipare dalla schiavitù per trasformarsi in uomini liberi.


SEGUICI